I The Sun si raccontano ai nostri studenti

"Non avevo la felicità, anche se avevo la vita che volevo" Francesco Lorenzi, uno dei due fondatori della band rock The Sun, ha raccontato ai ragazzi del Liceo e della…

Musical "Tutte le ragioni del mondo"

Abbiamo il piacere di invitarVi al musical "Tutte le ragioni del mondo" allestito dalle 3e medie dell'Istituto che si terrà venerdì 20 aprile 2018 alle ore 20.30 al Teatro Eden di Treviso. Lo spettacolo…

The Sun live!

Lezione-spettacolo in memoria di Paolo Borsellino

“Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene.”  P. Borsellino Il nostro Istituto ha raccolto l’eredità di Paolo Borsellino, “parlate della mafia”, con uno spettacolo destinato…

Parte a settembre il triennio grafico nel sistema duale!

  Con il prossimo anno scolastico la Scuola di Formazione Professionale ENAC dell’Istituto Canossiano di Treviso apre una nuova prima ad indirizzo grafico. Il triennio si svolge nell'ambito della "sperimentazione duale" in…

“PROGETTO FRANCÈ”: PREMIATO IL LOGO VINCITORE

Il logo di Riccardo Maguolo, alunno di Terza Grafica della Scuola di Formazione Professionale ENAC Veneto dell’Istituto Canossiano di Treviso, ha vinto il “Progetto Francè”, concorso per la realizzazione di…

Lezione-spettacolo in memoria di Paolo Borsellino

“Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene.”  P. Borsellino

Il nostro Istituto ha raccolto l’eredità di Paolo Borsellino, “parlate della mafia”, con uno spettacolo destinato ai ragazzi della S.F.P e del Liceo.

Grazie all’interpretazione di Giacomo Rossetti, gli studenti hanno rivissuto la storia di Borsellino, magistrato che ha dedicato la sua vita alla lotta alla mafia.

Un momento di riflessione per poter, nel nostro piccolo, piantare nel cuore delle nuove generazioni il seme della legalità, dell’onestà e del coraggio.

“La lotta alla mafia dev’essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità.” P. Borsellino