Giorni a confronto

GIORNI A CONFRONTO Riflessioni da parte di bambini della 5a primaria sui primi mesi di scuola, un confronto da chi ha vissuto la scuola prima e dopo il Coronavirus. “Era…

Si "parte"!

Giovedì 15 ottobre si è svolto l’Erasmus Day alla SFP ENAC Veneto dell’Istituto Canossiano “Madonna del Grappa” di Treviso. Malgrado l’incertezza dettata dal periodo e la difficoltà di viaggiare nel…

Visita del Vescovo Tomasi

In occasione dell’anniversario della presenza delle Canossiane a Treviso il vescovo Tomasi ha fatto visita alle scuole dell’Istituto Canossiano di Viale Europa. È infatti da 177 anni, precisamente l’8 ottobre…

Educare alle intelligenze multiple

Durante le prime settimane di lezione, alle classi prime della SFP ENAC Veneto dell’Istituto Canossiano “Madonna del Grappa” di Treviso, è stato proposto da parte delle prof.sse Deborah Galiazzo e…

La campanella (ri)suona

7.55 del 14 settembre 2020.  Il caldo di agosto si è protratto a dismisura, regalandoci un lunedì dal sapore ancora estivo e vacanziero in cui fortunatamente torna a (ri)suonare squillante…

Riprendiamo con passione e desideri

L'anno scolastico è appena cominciato e gli alunni del Liceo scientifico hanno già avuto modo di ascoltare due esperti, che hanno trasmesso la loro passione per i relativi settori di…

L'anno scolastico è appena cominciato e gli alunni del Liceo scientifico hanno già avuto modo di ascoltare due esperti, che hanno trasmesso la loro passione per i relativi settori di ricerca: il prof. Giuseppe Coratella, ricercatore internazionale nel campo del movimento e dello sport, e don Stefano Didonè, docente e pro-direttore dello Studio Teologico Interdiocesano di Treviso-Vittorio Veneto. Il desiderio di impegnarsi, la sete di conoscenza, l'amore per la ricerca, la volontà di migliorarsi sono alcuni dei valori trasmessi agli studenti per guidarli nel loro percorso.

764CDB05 4E03 4702 8464 0455CFF9CE6B


9AA2E9C1 5BBA 4DE9 B2E2 5369DE631D0F

26E56269 0A2E 4E4F A997 CCCB64F16B93

"Tenere duro e avere fiducia e speranza". Questo, in sintesi, il messaggio che gli insegnanti del liceo scientifico - scienze applicate e sportivo - e del liceo delle scienze umane ad indirizzo teatrale dell'Istituto Canossiano "Madonna del Grappa" di Treviso hanno rivolto ai loro studenti attraverso un simpatico filmato. 

"Abbiamo realizzato un video per i nostri studenti, che potesse concretizzare il nostro incoraggiamento per la continuazione di quest'anno scolastico particolare" afferma il Preside che continua: "invitiamo i ragazzi a continuare a lavorare e a confrontarsi con i docenti. Se ognuno farà la sua parte, le cose si risolveranno".
 
Il link al video: https://youtu.be/v_6XWyAopY4
 
file

Riportiamo qui un articolo pubblicato su Qdpnews.it:

In queste settimane di chiusura delle scuole a causa del Coronavirus, dall'Istituto Canossiano di Treviso, liceo delle Scienze Umane - Teatro e Cinema (uno dei pochi in Italia con questo indirizzo), è nato il progetto di far esprimere ai giovani il proprio stato d'animo attraverso foto e video, per testimoniare il periodo storico.

L'idea è venuta all'insegnante di Teoria e Tecniche della Comunicazione Teatro e Cinema, nonché il noto comico, regista, autore e attore di teatro, televisione e cinema trevigiano Davide Stefanato.
“Già dopo i primi giorni di chiusura delle scuole abbiamo iniziato a fare le lezioni online e gli alunni non sono mai stati fermi con lo studio e i compiti a distanza, grazie ad una dirigenza e a un corpo docenti che si sono subito attivati prontamente” - spiega Stefanato.

“Come insegnante di Teoria e Tecniche della Comunicazione ho pensato, tra gli esercizi da fare a casa, di proporne alcuni per far emergere come interpretano i ragazzi questo particolare momento. - sottolinea - E' facile pensare che i giovani sono a casa da scuola e vivano questa esperienza con leggerezza come se fosse una vacanza; ho voluto vedere se veramente fosse così".

"E' nata quindi l'idea di comunicare attraverso un video e una foto le loro emozioni. - prosegue - La scorsa settimana ho assegnato agli studenti di prima e seconda superiore, di una età compresa tra i 14 e i 17 anni, l'incarico di creare un video, e questa settimana una fotografia, che rappresentasse il loro stato d'animo dando un titolo. Il risultato è stato sorprendente: le angosce, lo stress e l'ansia che abbiamo noi adulti su di loro sono esponenziali.
"I giovani sentono di non poter vedere gli affetti e gli amici, di non poter fare sport e anche di non poter essere a scuola vis-à-vis con i compagni e gli insegnanti. Questo periodo amplifica le emozioni negli adolescenti che, già di per sé, sono carichi di emozioni e di voglia di comunicare e, grazie a questo compito che gli è stato affidato, sono riusciti ad esprimere i propri sentimenti.” - conclude l'insegnante.

Si tratta di un bel lavoro: le foto sono emozionanti, ognuna ha un titolo e ciascuna rappresenta ciò che manca di più allo studente: dagli affetti, alla libertà, ad un abbraccio, mentre nei video realizzati alcuni ragazzi hanno giocato con la comicità sul fatto di essere chiusi in casa.

bolla 1

scuola liceo 1 copy

specchio 1

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it)

Lunedì 17 febbraio la classe quinta liceo è volata a Berlino per un viaggio d’istruzione.
In una città così ricca di storia e di memoria, gli studenti hanno potuto toccare con mano i resti di un passato non così lontano, visitando ad esempio la famosa East Side Gallery, un famoso pezzo di muro che a partire dal 1989 ha visto l’affluire di numerosi artisti pronti a lasciare la loro impronta tramite graffiti inneggianti alla libertà; hanno potuto visitare il famoso ex posto di blocco, nonché icona della divisione politica fra la parte sovietica e quella statunitense, ovvero il Checkpoint Charlie. Hanno inoltre potuto fare esperienza dello stile di vita della Berlino Est, visitando il museo della DDR, che in modo originale e interattivo permette un approccio diretto e realistico.


Gli studenti hanno ripercorso anche le tappe di un periodo fra i più bui della storia: in questo senso il Memoriale dell’Olocausto, la Topografia del Terrore e Bebelplatz, piazza famosa per il rogo di libri in epoca nazista, sono stati siti emblematici che hanno offerto un’ampia documentazione.
Tra le piazze e i luoghi più famosi gli studenti hanno potuto vedere inoltre Alexanderplatz, Gendarmenmarkt con le sue due chiese gemelle, Potsdamer Platz e la Porta di Brandeburgo.
Non sono mancate le esperienze di stampo artistico, tramite la visita a una delle maggiori gallerie berlinesi la Alte Nationalgallerie, che ospita una delle più importanti collezioni tedesche di pittura dell’Ottocento, e il Pergamonmuseum, noto per contenere la babilonese Porta di Ishtar e l’altare di Pergamo.Non sono mancate nemmeno le esperienze letteralmente mozzafiato: la visita alla Torre della televisione, che dall’altezza dei suoi 203 m permette di godere di un panorama cittadino vastissimo, la visita al Duomo di Berlino e alla splendida cupola, con vista panoramica, senza tralasciare inoltre il Reichstag e la sua grande cupola di vetro, che oltra ad offrire una bellissima vista e a raccogliere un profondo significato politico, presenta anche un sistema ingegneristico all’avanguardia.È stato possibile infine aggiungere al valore culturale, artistico, storico e formativo della visita, anche quello sociale e di intrattenimento, visitando la via dello shopping, Ku’Damm e locali tipici.

berlino 1

berlino 2

berlino 3

berlino 4

Studenti delle Canossiane alla UCL Academy di Londra

Sono tornati da Londra gli alunni delle classi 2A e 2B del Liceo Scientifico Sportivo e Scienze Applicate “Madonna del Grappa” della sperimentazione Academy che hanno partecipato ad una attività di scambio con studenti della UCL Academy.
 
La scuola londinese è all’avanguardia per la didattica “per temi”, per l'ambiente di apprendimento innovativo e per la sponsorizzazione da parte della UCL, l'Università della capitale.
 
La scuola da due anni ha avviato con l’Istituto Canossiano un’attività di collaborazione didattica sperimentale, sostenuta dall’Università di Udine.
 
I ragazzi sono stati accompagnati dalle loro insegnanti di inglese, prof.ssa Dalle Carbonare e prof.ssa Mion. La settimana è stata organizzata in modo che i ragazzi italiani vivessero una full immersion con alcuni studenti della UCL Academy.
 
Gli studenti hanno frequentato delle lezioni svolte con metodologie innovative, con visite guidate alla prestigiosa UCL University, conosciuta in tutto il mondo.
 
L’esperienza ha coinvolto le famiglie inglesi nell’ospitare gli studenti italiani e sarà tra qualche mese ricambiata dalle famiglie trevigiane che accoglieranno i nostri partner inglesi che proveranno un’esperienza di Italian “style of life and culture.”
 
"E' stato bello vivere, seppur per pochi giorni, in una famiglia che mi ha accolto bene. Un'esperienza da cui trarre molto di positivo" racconta Lorenzo, che ha partecipato allo scambio.
"Un'esperienza molto arricchente dal punto di vista culturale e linguistico" confermano le insegnanti accompagnatrici.
UCL 1
 
UCL 2