Riprendiamo con passione e desideri

L'anno scolastico è appena cominciato e gli alunni del Liceo scientifico hanno già avuto modo di ascoltare due esperti, che hanno trasmesso la loro passione per i relativi settori di…

Don't give up! Non mollare mai!

  Le classi prime della Scuola Secondaria di primo grado hanno lavorato sul testo della canzone "Don't give up" esprimendo in maniera creativa il messaggio di "non mollare mai". Buona…

L’Istituto Canossiano dice NO ALLA MAFIA

Il giorno 21 maggio, le classi quarte della primaria hanno incontrato, in live streaming, Antonio Vassallo, primo testimone oculare della strage in cui hanno perso la vita Giovanni Falcone e…

10 favole per una compagnia a distanza

Il Piccolo Rifugio è una fondazione che fornisce servizi a persone con disabilità e a San Donà di Piave (Ve), in particolare, un centro diurno e una comunità alloggio residenziale…

Incontro con Igor Cassina

La classe 2A secondaria di primo grado ha incontrato l'atleta olimpico Igor Cassina per condividere con lui non solo i momenti più importanti della sua carriera sportiva, ma anche quelli…

8 maggio - Festa di Santa Maddalena

"Finalità della nostraScuola non è solo istruire,ma formare alla vita,preparando questefanciulle e fanciulli,quando saranno adulti,ad essere capaci divivere liberi da ogni compromesso"   Le madri vi salutano insieme a Santa…

Gli stati d'animo dei giovani ai tempi del Coronavirus

Riportiamo qui un articolo pubblicato su Qdpnews.it:

In queste settimane di chiusura delle scuole a causa del Coronavirus, dall'Istituto Canossiano di Treviso, liceo delle Scienze Umane - Teatro e Cinema (uno dei pochi in Italia con questo indirizzo), è nato il progetto di far esprimere ai giovani il proprio stato d'animo attraverso foto e video, per testimoniare il periodo storico.

L'idea è venuta all'insegnante di Teoria e Tecniche della Comunicazione Teatro e Cinema, nonché il noto comico, regista, autore e attore di teatro, televisione e cinema trevigiano Davide Stefanato.
“Già dopo i primi giorni di chiusura delle scuole abbiamo iniziato a fare le lezioni online e gli alunni non sono mai stati fermi con lo studio e i compiti a distanza, grazie ad una dirigenza e a un corpo docenti che si sono subito attivati prontamente” - spiega Stefanato.

“Come insegnante di Teoria e Tecniche della Comunicazione ho pensato, tra gli esercizi da fare a casa, di proporne alcuni per far emergere come interpretano i ragazzi questo particolare momento. - sottolinea - E' facile pensare che i giovani sono a casa da scuola e vivano questa esperienza con leggerezza come se fosse una vacanza; ho voluto vedere se veramente fosse così".

"E' nata quindi l'idea di comunicare attraverso un video e una foto le loro emozioni. - prosegue - La scorsa settimana ho assegnato agli studenti di prima e seconda superiore, di una età compresa tra i 14 e i 17 anni, l'incarico di creare un video, e questa settimana una fotografia, che rappresentasse il loro stato d'animo dando un titolo. Il risultato è stato sorprendente: le angosce, lo stress e l'ansia che abbiamo noi adulti su di loro sono esponenziali.
"I giovani sentono di non poter vedere gli affetti e gli amici, di non poter fare sport e anche di non poter essere a scuola vis-à-vis con i compagni e gli insegnanti. Questo periodo amplifica le emozioni negli adolescenti che, già di per sé, sono carichi di emozioni e di voglia di comunicare e, grazie a questo compito che gli è stato affidato, sono riusciti ad esprimere i propri sentimenti.” - conclude l'insegnante.

Si tratta di un bel lavoro: le foto sono emozionanti, ognuna ha un titolo e ciascuna rappresenta ciò che manca di più allo studente: dagli affetti, alla libertà, ad un abbraccio, mentre nei video realizzati alcuni ragazzi hanno giocato con la comicità sul fatto di essere chiusi in casa.

bolla 1

scuola liceo 1 copy

specchio 1

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it)