Lettera a una maestra

Lettera a una maestra È trascorso quasi un mese da quando è iniziata l’emergenza Covid-19, da quando le porte della nostra scuola si sono chiuse, lasciando il passo al silenzio…

La prima settimana online

Dopo una settimana possiamo dirlo: ce l’abbiamo fatta! Lo diciamo con la consapevolezza di chi in cuor suo sa che può ancora migliorarsi e che la strada da percorre è…

Viaggio a Berlino

Lunedì 17 febbraio la classe quinta liceo è volata a Berlino per un viaggio d’istruzione.In una città così ricca di storia e di memoria, gli studenti hanno potuto toccare con…

La città che sussurrò

Nel giorno della Memoria con le classi seconde abbiamo letto e interpretato il libro "La città che sussurrò". Questo libro racconta la storia di un intero villaggio che guidato dall'idea…

Uscita didattica a Budapest

Le classi 3°A e 3°B della scuola secondaria di primo grado dell'Istituto Canossiano, durante la seconda settimana di novembre, sono andate in viaggio a Budapest. L’antica capitale mitteleuropea ha regalato…

Giorno del Ricordo e visita aziendale

Un paio di articoli della Scuola di Formazione Professionale: - Foibe: in Provincia per la commemorazione del Giorno del Ricordo  Le classi 2^ e 2^G della Scuola di Formazione Professionale ENAC…

La catena del branco 2: l'SFP contro il bullismo

LA CATENA DEL BRANCO 2: L’SFP CONTRO IL BULLISMO

Continua il nostro impegno contro il bullismo, fenomeno diffuso tra i giovani e che vede spesso i genitori in difficoltà nell’affrontare eventuali problematiche ad esso legate. La nostra scuola professionale, per il secondo anno consecutivo, ha collaborato con l’associazione “Teatro Theama” da tempo impegnata nell’affrontare i temi più disparati (dalla guerra alla mafia, al bullismo, ecc).

Venerdì 17 gennaio, presso il teatro dell’Istituto Canossiano, si è tenuta una lezione spettacolo dal titolo: “La catena del branco 2” ispirata al libro: “Niente” della scrittrice Janne Teller pubblicato nel 2000 e che fa capire come il branco possa diventare un pericolo non solo per il bullizzato, ma per i bulli stessi…insomma la violenza genera violenza!

La narrazione, recitata ed accompagnata dalla musica, ha tenuto incollati al palco tutti gli studenti del primo anno la cui soddisfazione è emersa anche nella successiva discussione in classe. L’attività proposta rappresenta un piccolo mattone nella costruzione della loro personalità ed è infatti questo uno degli obiettivi della nostra SFP cioè non solo istruire, ma formare alla vita sensibilizzando quanto più possibile i nostri giovani studenti che saranno un domani adulti responsabili.

bullismo