Riprendiamo con passione e desideri

L'anno scolastico è appena cominciato e gli alunni del Liceo scientifico hanno già avuto modo di ascoltare due esperti, che hanno trasmesso la loro passione per i relativi settori di…

Don't give up! Non mollare mai!

  Le classi prime della Scuola Secondaria di primo grado hanno lavorato sul testo della canzone "Don't give up" esprimendo in maniera creativa il messaggio di "non mollare mai". Buona…

L’Istituto Canossiano dice NO ALLA MAFIA

Il giorno 21 maggio, le classi quarte della primaria hanno incontrato, in live streaming, Antonio Vassallo, primo testimone oculare della strage in cui hanno perso la vita Giovanni Falcone e…

10 favole per una compagnia a distanza

Il Piccolo Rifugio è una fondazione che fornisce servizi a persone con disabilità e a San Donà di Piave (Ve), in particolare, un centro diurno e una comunità alloggio residenziale…

Incontro con Igor Cassina

La classe 2A secondaria di primo grado ha incontrato l'atleta olimpico Igor Cassina per condividere con lui non solo i momenti più importanti della sua carriera sportiva, ma anche quelli…

8 maggio - Festa di Santa Maddalena

"Finalità della nostraScuola non è solo istruire,ma formare alla vita,preparando questefanciulle e fanciulli,quando saranno adulti,ad essere capaci divivere liberi da ogni compromesso"   Le madri vi salutano insieme a Santa…

La prima settimana online

Dopo una settimana possiamo dirlo: ce l’abbiamo fatta!
Lo diciamo con la consapevolezza di chi in cuor suo sa che può ancora migliorarsi e che la strada da percorre è molta.
Lo diciamo con la testa ancora frastornata dalle molte ore passate difronte a un monitor a interagire con gli “avatar” dei nostri studenti.
Lo diciamo mentre in cuor nostro convivono ancora molti sentimenti contrastanti e il quesito sul fatto che la formazione a distanza (FAD) sia realmente efficace manca ancora di una risposta certa. Lo diciamo mentre gli interrogativi sul futuro di questo anno scolastico sono ancora molti e irrisolti. Lo diciamo ricordandoci che appena una settimana fa garantire un’intera settimana regolare di lezioni a distanza pareva inimmaginabile, al limite del possibile.
Di varia natura erano infatti le nostre perplessità: “Riusciremo ad apprendere il funzionamento del software per realizzare delle videoconferenze?” “Disporremo degli strumenti funzionanti per trasmettere le nostre ore?” “Riusciranno gli studenti a connettersi senza problemi da casa e disporranno della strumentazione necessaria?” “Le famiglie si attiveranno per supportarci in questo tentativo di far scuola a distanza?”
Ecco, dopo una settimana possiamo dircelo e ripetercelo: ce l’abbiamo fatta. E dietro a questo “noi” non ci siamo solo noi docenti, ma anche (e soprattutto) voi, studenti e famiglie. Come docenti della SFP ENAC Veneto “Madonna del Grappa” di Treviso, dopo un breve periodo di formazione digitale (anche gli insegnanti sanno ritornare studenti), siamo riusciti a garantire un’intera settimana regolare di lezioni, ma a distanza. Ogni giorno, difronte a platee di banchi vuoti, abbiamo trasmesso in videoconferenza le nostre lezioni di materie professionali e di materie culturali per l’intera durata delle sei ore curriculari. Ogni giorno abbiamo interagito con i nostri studenti tramite chat, microfono e webcam, facendoci sentire presenti in questo momento di isolamento e distanza.
Ogni giorno abbiamo reso disponibili a loro, talvolta riscontrando le inevitabili complicazioni tecniche legate alla tecnologia, le nostre conoscenze, le nostre spiegazioni e i materiali multimediali delle nostre materie recuperati, adattati e allestiti il più velocemente possibile. E così continueremo ogni giorno delle prossime settimane fintantoché questo periodo di isolamento non cesserà e potremmo tornare a rivederci, viso a viso, a respirare insieme nella stessa aula dove si crea quello scambio, a volte caotico, di rapporti e informazioni che è l’alchimia della lezione scolastica con cui nessuna videoconferenza può competere.
FAD

"""""""""""""</p>"